Saldi invernali 2016, Unc: ‘Previsti sconti record’, come andare a colpo sicuro nei negozi

0

Per i saldi invernali 2016 sono previsti in Italia sconti record fino al 31,1%. Questo è quanto prevede l’Unc, Unione Nazionale Consumatori, considerando gli sconti praticati dai commercianti nel periodo dal 2011 al 2015, e le attese per le svendite 2016 di inizio anno.

Nel dettaglio, l’Unc in accordo con un’elaborazione su dati Istat prevede sconti medi pari al 31,11% per gli indumenti, del 27,35% per le calzature, del 26,32% per l’abbigliamento, e del 15,37% per gli accessori. Su tutti, lo sconto record rispetto al mese di gennaio del 2015 è rappresentato dai prezzi in saldo per le calzature.

In base a queste rilevazioni, l’Unione Nazionale Consumatori è arrivata a due importanti conclusioni: la prima è che negli ultimi anni la media degli sconti praticati sui saldi si presenta in netta salita; la seconda conclusione è rappresentata dal fatto che chi vende in saldo con sconti del 60-70% non ha perso il vizio di gonfiare il prezzo iniziale prima di praticare lo sconto.

Di conseguenza l’Unc raccomanda di diffidare di quei negozi che vendono in saldo con sconti superiori al 50%, in quanto in tal caso, a meno che non si tratti di capi di Alta Moda, è altissima la probabilità che il prezzo iniziale sia stato gonfiato, altrimenti il commerciante andrebbe a vendere la merce sottocosto senza ricavare alcun margine di profitto. La scelta migliore per chi nei prossimi giorni acquisterà in saldo è quella di fare ora il giro dei negozi annotando i prezzi e fotografando per esempio con uno smartphone i capi di abbigliamento, le calzature e/o gli accessori che interessano.

Rispondi o Commenta