Spese sanitarie mondiali: Usa spendono di più, ma gli italiani più longevi

Quali sono nel mondo le nazioni che spendono di più in medicine e cure sanitarie? Ebbene, la riposta in merito arriva da un Rapporto dell’Ocse, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, dal titolo ‘Health at a Glance‘. Il Rapporto infatti, per i Paesi che fanno parte dell’Ocse, è finalizzato a calcolare le spesa pro-capite per quel che riguarda tutte le voci di costo legate alla salute, dalle medicine agli esami clinici e passando per gli interventi chirurgici, la gestione degli ospedali ed il personale medico e paramedico.

In accordo con i dati del 2013, gli Stati Uniti svettano con 8.713 dollari pro-capite in spese annue per cure e prodotti farmaceutici. Trattasi di una cifra molto alta che si spiega, sempre secondo l’Ocse, con il fatto che negli Stati Uniti il sistema sanitario non è universale, come per esempio l’SSN in Italia, ma molto frammentato. Giappone e Grecia si piazzano al secondo ed al terzo posto, rispettivamente, per quel che riguarda la spesa pro-capite per le medicine mentre l’Italia è appena fuori dalla top ten con l’undicesimo posto.

Per quel che riguarda il nostro Paese, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico nel Rapporto mette in evidenza alcune criticità del sistema sanitario a partire dai costi per le cure odontoiatriche che, troppo care, portano un italiano su dieci a rinunciare ad avere cura dei propri denti. Inoltre, l’Ocse rivela pure una diminuzione dei posti letto per l’assistenza a lungo termine su livelli che, peraltro, sono scesi al di sotto della media europea.

Secondo Francesca Colombo, a capo della Divisione sanitaria dell’OCSE, una delle principali ragioni dei costi della sanità statunitense andrebbe ricercata nel fatto che «gli Usa, a differenza degli altri Paesi che fanno parte dell’OCSE, non hanno un sistema sanitario universale, ma uno molto più complesso e frammentato, all’interno del quale risulta assicurato (quindi curabile), l’88,5 della popolazione»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.