Astrosamantha tra le 12 donne più influenti del 2015 del Financial Times, orgoglio per l’Italia

Samantha Cristoforetti, per il Financial Times, è una delle 12 donne che nel 2015 si sono maggiormente distinte. Ingegnere, aviatrice, astronauta militare italiana, ma anche prima donna italiana negli equipaggi dell’Agenzia Spaziale Europea, Samantha Cristoforetti merita oltremodo il riconoscimento del Financial Times per la sua competenza, per la sua simpatia ed anche per la sua capacità, con naturalezza e semplicità, di raccontare le giornate trascorse nello spazio.

Oltre a Samantha Cristoforetti, inoltre, c’è pure un’altra italiana tra le prime dodici donne che si sono distinte nel 2015 secondo il Financial Times. Trattasi, nello specifico, di Elena Ferrante, scrittrice italiana nota per aver pubblicato romanzi di successo come L’amore molesto, La figlia oscura ed i I giorni dell’abbandono. Ed ancora i racconti per bambini de La spiaggia di notte, ed il saggio La frantumaglia.

E proprio grazie a Samantha Cristoforetti, che al Tempio di Adriano ha raccontato “Futura”, la sua missione record sull’Iss, è arrivata la notizia che ha chiuso nel modo migliore la giornata dedicata ai 50 anni di Airpress e al mondo dell’aerospazio italiano: la prima astronauta italiana è fra le 12 donne scelte dal Financial Times per illustrare il 2015: in copertina la first lady americana Michelle Obama. Doppia soddisfazione per l’Italia perché nel gruppo c’è anche la scrittrice Elena Ferrante (L’amore molesto, I giorni dell’abbandono, La figlia oscura) che ha concesso una delle sue rare interviste. «Sono cresciuta in un mondo dove sembrava normale che gli uomini (padri, fratelli, fidanzati), avessero il diritto di picchiarti per insegnarti ad essere una donna», spiega.

Elena Ferrante ha peraltro concesso al Financial Times un’intervista che è cosa rara per la scrittrice che, per chi non lo sapesse, è conosciuta nel mondo letterario con uno pseudonimo. Elena Ferrante non ha infatti mai svelato la sua vera identità. Non a caso, la scrittrice italiana è fermamente convinta del fatto che i suoi libri non necessitino di una sua foto in copertina, e nemmeno di presentazioni promozionali.

Oltre a Samantha Cristoforetti ed Elena Ferrante, nella Best Women 2015 del Financial Times ci sono pure Michelle Obama, Laurence Tubiana, Michelle Payne, Genzebe Dibaba, Deepika Padukone, Anne-Marie Slaughter, Thuli Madonsela, Eliza Manningham-Buller,  Janet Yellen e Tsai Ing-wen. Tra queste in copertina c’è Michelle Obama per il suo impegno nel promuovere l’istruzione in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.