Sanità, classifica delle Regioni: Toscana in testa tra le virtuose, Calabria in maglia nera

In base alla cosiddetta griglia Lea, quella dei ‘Livelli essenziali di assistenza’, nel 2014 per quel riguarda la Sanità è stata la Regione Toscana quella più virtuosa. Trattasi di un primato che è peraltro confermato rispetto al 2013, e lo stesso dicasi per il secondo ed il terzo posto che sono occupati rispettivamente dall’Emilia-Romagna e dalla Regione Piemonte.

Sale di due posizioni la Liguria, da sesto al quarto posto, mentre la Lombardia quinta ne perde uno e due piazze le Marche al sesto posto. Due posti in meno anno su anno pure per il Veneto, dal quinto al settimo posto, mentre in maglia nera c’è la Calabria 16-esima rispetto al 14-esimo posto della griglia Lea 2013 quando fanalino di coda era la Regione Campania.

Le posizioni in classifica per ogni Regione sono frutto della sommatoria di punteggi assegnati a tutta una serie di indicatori. Di norma ogni anno questi punteggi vengono ben accolti dalle Regioni nelle prime posizioni mentre i Governatori di Regioni agli ultimi posti spesso sono i primi a contestare le rilevazioni. In ogni caso tra gli indicatori che concorrono alla formazione della griglia Lea ci sono la durata dei ricoveri, la qualità dell’assistenza domiciliare, la copertura delle vaccinazioni e, tra l’altro, pure la lotta alle malattie infettive.

217 per il 2014 sono i punti ottenuti dalla capolista Toscana rispetto alla Regione Calabria che ne ha ottenuti appena 131. Nelle retrovie in classifica c’è pure la Regione Lazio con un modesto 13-esimo posto e con 154 punti, appena due in più rispetto allo scorso anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.