Sanità, indetto sciopero nazionale dei medici per mercoledì 16 dicembre

Le sigle sindacali del settore sanitario, ovvero Anaao, Cimo, Aeroi (anestesisti-rianimatori), Fesmed, Anpo (primari), Fials medici, Fassid (patologi, radiologi), Cgil-Cisl-Uil medici, Intesa sindacale, le sigle dei veterinari, dei medici di base, dei pediatri e dei dentisti hanno proclamato lo sciopero generale di 24 ore di tutti i medici del servizio pubblico. Lo sciopero si svolgerà il prossimo 16 dicembre e stando a quanto dichiarato dai sindacati è stato indetto per denunciare il grave e perdurante disagio ai cittadini da politiche orientate esclusivamente ad una gestione contabile del Servizio Sanitario nazionale.

“I medici, più in particolare, denunciano un livello di finanziamento del servizio sanitario inferiore al fabbisogno, e a quanto in precedenza stabilito da Governo e Regioni”, che “rappresenta l’anticamera di un ulteriore razionamento dei servizi cui concorre un blocco del turnover che, indifferente alla carenza di personale prevista nei prossimi anni, complice la gobba demografica, mette a rischio i livelli minimi di servizio, peggiora le condizioni di lavoro e costringe i giovani a emigrare o adattarsi a un precariato stabile”, aggiungono i sindacati.

Ed ancora, nel comunicato emesso dai sindacati si legge quanto segue:“A governo e Regioni chiediamo attenzione per la salute dei cittadini e consapevolezza delle pesanti e negative ripercussioni sulle liste di attesa, sull’integrazione ospedale territorio, sulle condizioni di lavoro, sulla qualità e sicurezza delle cure, sulla sperequazione esistente nell’esigibilità del diritto alla salute e nei livelli di tassazione, che derivano da un progressivo impoverimento del servizio pubblico. E di mettere fine alla intollerabile “caccia alle streghe” che prevede, panacea di ogni problema legato all’erogazione delle prestazioni sanitarie, sempre e solo sanzioni e multe a carico dei Medici, capri espiatori delle colpe di decisori politici ed amministratori miopi e inadeguati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.