Sanità, nuovi manager nominati in Lombardia e ‘scelti in base al merito’: decisivo il quizzone

0

In Lombardia sono stati nominati i nuovi manager della sanità, ‘scelti in base al merito’ in accordo con quanto dichiarato dal Governatore Maroni che ha di conseguenza parlato di stop alla lottizzazione. Trattasi in tutto di 36 manager con 17 su 19 che sono dirigenti che hanno superato il quizzone in accordo con quanto riporta Repubblica.it.

Dal punto di vista prettamente politico, 14 sono le poltrone che vanno alla Lega, 11 a Forza Italia, 8 ad Ncd ed una a Fratelli d’Italia. Inoltre, secondo quanto riporta Repubblica.it, il Governatore Maroni per mercoledì prossimo, 23 dicembre del 2015, ha in serbo altre nomine, quelle del Policlinico di Milano, del neurologico Besta, del San Matteo di Pavia e dell’Istituto dei Tumori, ovverosia dei quattro istituti di ricerca della Lombardia.

I manager già nominati, in forza ad un mandato della durata di tre anni, guideranno in Lombardia la sanità regionale fino al 2018. E per quel che riguarda i 17 manager su 19 che sono stati promossi al quizzone, e che sono stati confermati, la maggior parte di questi rimarrà nelle loro sedi originali.

Tra i confermati segnaliamo al Niguarda il direttore generale Marco Trivelli, mentre al San Carlo, che dall’1 gennaio del 2016 sarà fuso con il San Paolo, è previsto un cambio ai vertici rappresentato dall’arrivo di un direttore in quota Lega. Trattasi, nello specifico, di Marco Salmoiraghi che è stato sinora direttore sanitario dell’Areu. Francesco Laurelli, che è stato finora direttore amministrativo del Sacco, passa invece a dirigere il nuovo ospedale ortopedico di Milano frutto dell’unione tra il Cto ed il Gaetano Pini.

Rispondi o Commenta