Sanità, Regioni: accordo su riparto Fondo da 110 miliardi di euro, revisione vecchi parametri

Per il Fondo sanitario 2015 da 110 miliardi di euro è stata raggiunta da parte delle Regioni l’intesa per quel che riguarda le modalità di riparto. A darne notizia è stato Sergio Chiamparino, il presidente della Conferenza delle Regioni, nel precisare che l’accordo raggiunto per il riparto del Fondo sanitario 2015 da 110 miliardi di euro prevede ‘l’utilizzo di un fondo premiale affinché nessuna Regione perda più dello 0,50 rispetto allo scorso anno’.

L’intesa nasce peraltro da un impegno politico preciso che, su richiesta di alcune Regioni, tra cui il Veneto e la Regione Campania, prevede di rivedere i vecchi parametri. Una revisione dei vecchi parametri, ha aggiunto il Presidente Chiamparino, ‘tenendo conto del criterio della popolazione, della sua anzianità ma anche di indici di deprivazione sociale e culturale che possono avere effetti sulla sanità‘.

Il Presidente della Regione Piemonte ha inoltre posto l’accento pure sull’obiettivo di ‘intensificare la logica dei costi standard anche per premiare chi, oltre a garantire i lea, i livelli essenziali di assistenza, garantisce una spesa efficiente‘.

Sull’accordo raggiunto, riporta il sito Regioni.it, si è espresso pure Sergio Venturi, che coordina la Commissione salute della Conferenza delle Regioni, dichiarando con soddisfazione che ‘Ci metteremo presto all’opera per una revisione dei criteri, come chiesto da alcune regioni, così da introdurli dalla prossima approvazione del Fondo 2016 che contiamo avvenga tra fine inverno e l’inizio della prossima primavera‘. ‘Quest’anno ci sarà un taglio per tutte le Regioni con un principio espresso di solidarietà ma soprattutto con l’impegno di rivedere i coefficienti di riparto per il 2016′, ha a sua volta spiegato Paolo Di Laura Frattura, il Governatore del Molise.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.