Sara Tommasi: Prego sempre Gesù e la Madonna, per me e per tutte le persone care che non ci sono più

Eccessi, scandali continui. Il tunnel della pornografia e poi la voglia di ripartire da zero, con una nuova vita. E senza dubbio un’esistenza molto travagliata quella di Sara Tom-masi. Fatta di brutti colpi e di risalite, spesso anche difficili e dolorose. Non è passato tanto tempo da quando la showgirl umbra sosteneva di aver voltato pagina, prima di ripiombare di nuovo nell’oscurità. E caduta ancora, però non si arrende. E oggi riprova, ancora una volta, a rialzarsi. Lo fa con l’aiuto della fede, che più di una volta le ha dato la forza di cui lei aveva bisogno. «Non è solo un momento e non mi aggrappo a Dio solo per necessità. Io sono una persona molto credente: vado tutte le domeniche in chiesa. Ho i miei angeli che mi proteggono», tiene a sottolineare Sara.

«Ho deciso di guardare avanti»

Le foto senza veli, il cinema a luci rosse, i presunti matrimoni e le disavventure con in dividui senza scrupoli sono ormai soltanto un lontano ricordo. Oggi la soubrette decide di raccontarsi a Nuovo, con lo sguardo rivolto a un futuro diverso e con un punto fermo: la forte volontà di ripartire da se stessa.

Sara, con quel passato travagliato vederti in chiesa fa un certo effetto.

«Sono da sempre credente e praticante. Vado a messa e ci tengo molto a fare la comunione. Credo nei valori della Chiesa. Credo che qualcosa o qualcuno esista e ci protegga. In fondo, ne ho passate tante, se sono ancora qui ci sarà un perché».

A che cosa ti riferisci?

«Non voglio rivangare il passato, ma guardare avanti. Di sicuro il dolore per la morte di mia nonna Angelina è una ferita ancora aperta. La adoravo e so che è lei che mi protegge da lassù. Mi guida, mi parla, vigila su di me. Ho sofferto tanto quando l’ho persa, ma non è stato l’unico dolore».

La vita ti ha tolto altre persone, molto importanti per te.

«Mia zia, mia cugina. Sono persone a cui tenevo. E per lo ro che adesso voglio tornare a vivere al massimo».

Per chi preghi?

«Per me e per chi mi vuole bene. Ho tanti amici, tante persone che mi amano per quella che sono».

Chi ti è stato vicino nei momenti più bui?

«Flavio Briatore si è dimostrato un vero amico. Mi è stato vicino anche l’imprenditore e playboy bolognese Paolo Pazzaglia, anche se è sempre in viaggio ultimamente. Il mio staff e anche l’agente Paolo Chiparo e il suo gruppo».

Quando preghi, solitamente, a chi ti rivolgi?

«A Gesù e alla Madonna. So che mi ascoltano».

Ci potresti dire chi è veramente Sara Tommasi?

«Sara è quella che vedete. Senza maschere, senza filtri. Sara è quella che dorme poco e che “morde” la vita».

Hai qualche progetto professionale in vista per i prossimi mesi?

«Sì, adesso per me comincia un nuovo corso fatto di tante novità. Ho lavorato al cinema, nel porno, è vero, ma si tratta sempre di grande schermo. Quel film è un cult, oggi.Quindi voglio sfruttare la notorietà che mi ha dato per lavorare sulla mia carriera. Ho moltissimi progetti sui quali sto ragionando».

Mi pare però che tu sia sempre orientata nel mondo dello spettacolo…

«Sì, sto pensando a una sit com e anche a un nuovo film. Poi ho un sogno, un progetto bellissimo. Ed è quello cui tengo più di tutto».

Quale sarebbe? Ce ne puoi parlare?

«Sì, certo. Mi piacerebbe tanto rifare una trasmissione sportiva, come quando facevo la Schedina a Quelli che il calcio. Ci sto lavorando, ci riuscirò».

Parliamo di sentimenti e uomini. Hai annunciato un matrimonio. Ci sarà?

«Dovevo e volevo sposarmi, ma ero indecisa tra il “promesso sposo” e un altro uomo, e così alla fine mi hanno scocciata».

Non ti preoccupi di chi ti giudica?

«Assolutamente no, io mi sento un po’ come Malèna, la protagonista del film di Giuseppe Tornatore. Lei vive appieno la sua vita e io faccio la stessa cosa».

Per questo eri a Montecarlo con l’ex Pupa Rosy Dilettuso, in giro per casinò, qualche tempo fa?

«Ero andata a vedere il Gran I Premio. Rosy è fantastica, un’altra cara amica, una brava ragazza. Siamo state bene. Montecarlo poi è bellissima. Mi piace andare in giro, in posti belli, insieme con gente positiva come la Dilettuso».

«Questo per me è un momento positivo»

Pensi di poter dire che questo è un momento positivo per te?

«Sì, per me è un momento davvero bellissimo. Mi sento più viva che mai. Alla faccia di chi mi credeva finita. Sentirete ancora parlare di me. Soprattutto per il lavoro. Oggi è la mia priorità. Faccio tante serate. Ho molte richieste. Sara Tommasi c’è».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.