Sassari, scuola multi-etnica vieta visita pre-natalizia del vescovo

0

Molto discutibile la decisione di una scuola elementare di San Donato a Sassari, di vietare al vescovo Paolo Atzei la visita pre-natalizia, che sarebbe dovuta avvenire nei prossimi giorni.La scuola di San Donato, considerata oggi una tra le scuole più importanti della zona nonché un ottimo laboratorio in tema di integrazione, è frequentata ad oggi da circa 250 bambini, dei quali 122 non sono italiani ne cattolici.

“Non ne faccio una questione personale, ma se una scuola elimina così un vescovo mi chiedo cosa possa insegnare in termini di tolleranza e di rispetto. Questo becero modo di pensare appartiene a docenti ancora fermi a cinquant’anni fa”,ha dichiarato il Vescovo che non ha preso molto bene la decisione della scuola.

“Trarremmo sicuramente un grosso vantaggio culturale nel dialogare con il vescovo e le associazioni cittadine sulla situazione in cui versa il quartiere e sulla necessità di costruire un progetto di pace e di convivenza civile ma occorre rispettare anche il modo di operare della nostra scuola”, dichiara Patrizia Mercuri. Sostanzialmente il messaggio arrivato è quello secondo il quale sarebbe opportuno che l’incontro con il vescovo avvenisse fuori dalla scuola, ed a tal riguardo la dirigente della scuola, ha spostato l’incontro degli alunni con Paolo Atzei in chiesa o in un’aerea cattolica.

Intervenuto anche il Professor Francesco Falchi, ordinario di Diritto Canonico, esperto di storia dei rapporti tra Stato e chiesa, il quale ha dichiarato:”Non vedo perché un’autorità religiosa non debba essere accolta e ascoltata esattamente come quelle di altre confessioni  la visita pastorale non è un momento di preghiera, ma un’occasione di apertura che può essere estesa anche ad altri testimoni e ad altri temi, compresi quelli di carattere laico”.

Rispondi o Commenta