Scienza, le grandi sfide del 2016: Gianotti, ‘cercheremo di capire la composizione della materia oscura’

0

Fabiola Gianotti, che a partire dall’1 gennaio del 2016 assumerà la carica di direttore generale del Cern di Ginevra, ha ricevuto la cittadinanza onoraria dai comuni di Asti e Isola d’Asti, che è il paese di origine del padre. Ne dà notizia l’Agenzia di stampa Ansa con Fabiola Gianotti che, tra l’altro, ha alzato il velo su una delle grandi sfide della scienza per il 2016 e per il più grande laboratorio al mondo di fisica delle particelle. ‘Cercheremo di capire la composizione della materia oscura‘, ha dichiarato Fabiola Gianotti aggiungendo che ‘sarò al Cern per 5 anni, poi tornerò a fare il fisico‘.

Al Cern, quindi, si andra a caccia della cosiddetta materia oscura che si stima occupi all’incirca il 25% dell’universo. Questa materia, in particolare, è stata definita oscura in quanto si presenta tanto sfuggente quanto misteriosa. Oltre al Cern, per la caccia alla materia oscura c’è pure la Stazione Spaziale Internazionale con l’Alpha Magnetic Spectrometer (Ams) in funzione all’esterno, e la sonda cinese Dark Matter Particle Explorer (Dampe).

Oltre alla materia scura, la scienza per il 2016 punta inoltre a nuove e storiche scoperte a partire dalla possibilità di vedere finalmente le cosiddette onde gravitazionali eco che rappresentano la chiave per comprendere il Big Bang, e passando per l’esplorazione del pianeta Marte.

Importanti progressi scientifici nel corso del prossimo anno sono attesi sia dagli studi sulla possibilità di poter estrarre/catturare la Co2 dall’aria, sia dalla medicina, ed in particolare dall’ingegneria genetica con la tanto discussa tecnica di ‘taglia ed incolla’ del Dna che è molto promettente.

Rispondi o Commenta