Scuola, Garante “bloccare gli scrutini è illeggitimo”

Sarebbe illegittimo bloccare gli scrutini, lo stop arriva dal garante degli scioperi, questo è il tempo della responsabilità, è necessario trovare un punto d’incontro, questo è quello che ha scritto in una nota il presidente dell’autorità Roberto Alesse, ricordando che, nel caso di una protesta che paralizzerebbe i cicli conclusivi percorsi scolastici il ricorso alla precettazione sarebbe la via obbligata doverosa.

Di protesta che danneggerebbe solo studenti e famiglie ne aveva parlato anche Matteo Renzi, aprendo al dialogo e a possibili miglioramenti della riforma, un testo sul quale da oggi inizieranno le votazioni alla camera dove è terminata la discussione generale.

La scuola vissuta con passione da noi e da chi contesta la riforma, rilancia Stefania Giannini intervenendo nella, ci sono stati vari ministri che si sono proclamati paladini dei precari, ma per vent’anni il problema è stato solo rimandato: ” noi non lo siamo paladini dei precari, ma poniamo termine al precariato per uscire da questa immagine di una scuola accampata di quella che definirei una terapia intensiva” ha detto la Giannini.

Il voto finale sul provvedimento previsto per mercoledì prossimo, la vera sfida sarà al Senato dove il governo comunque non pensa
di utilizzare lo strumento della fiducia.

È guerra delle lavagne dagli studenti e Matteo Renzi, la battaglia sulla riforma della scuola diventa così virale, a colpi di video lezioni un po’ parodia un po’ rivendicazioni, ai gessetti e nella lavagna vintage nella biblioteca chigiana i ragazzi rispondono con T-shirt pennarelli e cartelloni appesi alla parete, le associazioni studentesche sono contrarie al ddl scuola e ribadiscono il loro appoggio ai docenti, all’ipotesi di un blocco degli scrutini la Cisl frena molto dipenderà dal governo.

Con una lettera intanto i sindacati invitano i parlamentari di tutti i partiti politici ad un’assemblea pubblica sulla riforma in programma oggi a Roma, all’opposizione da Fratelli d’Italia a Sel, è pronta alla mobilitazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.