Scuola:corteo contro la riforma, scontri a Milano,Torino e Napoli

Continuano le manifestazioni contro la riforma della buona scuola di Matteo Renzi.Nella giornata di ieri,nelle principali città italiane si sono verificati degli scontri tra studenti ed agenti che hanno causato diversi feriti e per fortuna nessuna vittima. A Napoli, due giovani e quattro poliziotti sono rimasti feriti nel corso di un’azione di alleggerimento eseguito dalle forze dell’ordine quando il corteo degli studenti si stava via via avvicinando a Piazza Trieste e Trento.

Tensione anche a Milano, dove anche in questa occasione, durante una carica di alleggerimento da parte degli agenti avvenuta intorno alle ore 11.30 in Via Pola, un docente di 50 anni ed una studentessa di 18 anni sono stati colpiti violentemente alla testa, riportando una grave ferita. “Ero dietro allo striscione che apriva il corteo e avvicinandoci allo schieramento della polizia, senza alcun nostro intento o atteggiamento violento, sono partite le manganellate”, riporta il docente. Scontri anche a Torino, dove alcuni manifestanti hanno lanciato uova contro la sede del Miur sito in Corso Vittorio Emanuele.

I sindacati intanto hanno indetto uno sciopero generale, anche se al momento non è stata resa nota la data. “Troppi tagli alle supplenze brevi, nessuna risposta alla Corte europea, alcuna stabilizzazione per il personale docente, ata, educatore e dirigente, trasferimenti al buio, nessun rimborso per l’indennità di vacanza contrattuale, ancora disparità tra precari, neo-assunti e immessi in ruolo, il fondo discrezionale del merito, la chiamata diretta, il diritto allo sciopero sono alcuni dei punti contestati che vedranno in piazza anche Cobas e Unicobas”, questo quanto denunciano i sindacati. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.