Sentenza Silk Road, arriva l’ergastolo per il fondatore del mercato nero del web

0

Si è conclusa davvero male la vicenda che ha visto coinvolto Dread Pirate Roberts o meglio così si faceva chiamare, ovvero il fondatore di Silk Road un sito di commercio elettronico che funzionava attraverso i servizi nascosti del software di anonimato Tor.

Il fondatore di tale Silk Road aveva praticamente creato su ebay, un vero e proprio mercato di droghe online nascosta nelle darknet; lui non faceva altro che gestire il mercato, che di mese in mese continuava a crescere a dismisura attirando l’interesse di truffatori e forze dell’ordine. Il fondatore di tale piattaforma è stato individuato in Ross Ulbricht, un trentenne texano, che tra l’altro è stato arrestato nell’ottobre del 2013 a San Francisco, ed era stato giudicato colpevole di sette capi d’imputazione legati al traffico internazionale di stupefacenti ed al riciclaggio.

Proprio in questi giorni, è arrivata la sentenza, riguardo la durata della sua permanenza in carcere, e la sentenza è stata davvero durissima visto che l’uomo è stato condannato all’ergastolo.

Nel corso di questi anni, il fondatore di Silk Road ha cercato di dare mille giustificazioni riguardo il suo comportamento, sostenendo di essere l’autore di tale piattaforma ma di essersi allontanato da questa realtà poco dopo.“A quel tempo pensavo che le persone avessero il diritto di comprare e vendere quello che volevano almeno finché non facevano del male ad altri. Tuttavia ho imparato da allora che agire sulla base delle proprie convinzioni, senza prendersi il tempo necessario per pensare a fondo a quello che si fa, può avere conseguenze disastrose. Silk Road si è rivelata un’idea molto ingenua e dannosa di cui mi pento profondamente. Doveva essere qualcosa per dare alle persone la libertà di fare le loro scelte, di seguire la loro felicità comunque la intendessero. Quello che divenne poi, in parte, fu un modo comodo di soddisfare la propria dipendenza da sostanze”, aveva dichiarato il trentenne texano. La sentenza dunque è definitiva e lo stesso giudice Forrest ha commentato definendo Silk Road un attacco alla salute pubblica della comunità. 

Rispondi o Commenta