Senza la C, campagna nazionale contro l’epatite: 6 associazioni di pazienti insieme per combatterla

1

Per la prima volta ben sei associazioni di pazienti hanno unito le forze per lanciare una campagna informativa contro l’epatite C, una patologia che solo in Italia è causa di malattia per 300 mila persone a fronte della scoperta ogni anno di ben mille nuovi casi. La campagna si chiama ‘Senza la C’ e sarà portata avanti attraverso Senzalac.it, il sito Internet dedicato, ma anche con la distribuzione di brochure informative nelle farmacie ed in oltre tremila punti di aggregazione sparsi in tutta italia.

I soggetti promotori della campagna, come sopra accennato, sono sei e sono i seguenti: EPAC (Pazienti con epatite e malattie del fegato), FEDEMO (Federazione delle Associazioni Emofilici), NADIR Onlus, che riunisce i pazienti con Hiv. Ed ancora PLUS Onlus (Persone LGBT Sieropositive), ANED Onlus (l’Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e Trapianto), e l’Isola di Arran che è impegnata nella lotta al disagio ed all’emarginazione sociale che sono legate al mondo della droga.

Contro l’epatite C esistono le cure, ed in particolare dei farmaci innovativi che permettono di conseguire elevate percentuali di guarigione, ma non essendoci ad oggi un vaccino la via maestra rimane quella della prevenzione quale cura primaria. Su scala mondiale l’epatite C colpisce il 3% della popolazione con 170 milioni di individui che ogni anno risultano già infetti a fronte dei nuovi casi che annualmente sono compresi tra i 3 ed i 4 milioni.

Senza la C‘, riferiscono i soggetti promotori, è una campagna che si svolge sotto il patrocinio del Ministero della Salute, della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali, del Dipartimento di Comunicazione e Ricerca de La Sapienza e della Federazione Ordine Farmacisti Italiani.

1 COMMENT

Rispondi o Commenta