Madre pedofila fa sesso con il figlio di 5 anni, insieme al cugino legati sentimentalmente

Ritrovamento agghiacciante a Pescara presso la casa di una donna. Gli agenti della Polizia Postale di Pescara, in vari dispositivi informatici, hanno ritrovato video e foto dove la donna fa sesso con un bambino di 5 anni che poi è risultato essere il figlio.

La donna, a seguito di un’operazione della Polpost Pescara, è stata arrestata e portata in carcere insieme al cugino, al quale sembra essere legata sentimentalmente, in quanto l’uomo in diverse occasioni aveva effettuato degli uploads di files contenenti immagini a carattere pedopornografico.

Il tutto, spiegano alla Polpost, è avvenuto in un “contesto sociale medio-basso”. Proseguono indagini ed accertamenti, anche per capire se ci siano stati altri episodi e per scoprire se siano coinvolte altre persone. Narciso, più in generale, ha invitato i genitori a “tutelare i figli dai social network e dall’utilizzo della rete” ed ha sottolineato che i responsabili di episodi simili “devono fare attenzione perché, anche se si pensa di essere tra le mura domestiche, con l’utilizzo di internet si viene scoperti più facilmente”.

Intanto, il Tribunale per i Minorenni dell’Aquila ha disposto che i figli dalla casa dell’arrestata vengano allontanati, mentre per la madre e per il cugino, con le accuse di produzione e divulgazione di materiale pedopornografico, ed anche di atti sessuali con minorenni e di corruzione di minorenni, sono state emesse due ordinanze di custodia cautelare.

L’arresto dell’uomo e della donna, e la carcerazione in accordo con le ordinanze di custodia cautelare che sono state emesse dal Gip presso il Tribunale dell’Aquila, fanno seguito ad un’indagine che è stata portata avanti dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni per l’Abruzzo di Pescara con il coordinamento del Pm della Procura Distrettuale dell’Aquila che hanno raccolto, al fine di verificarla, una segnalazione del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni attraverso il C.N.C.P.O. che è il Centro Nazionale per il Contrasto alla Pedopornografia On line. Una segnalazione che in effetti si è rivelata poi fondata visto il ritrovamento agghiacciante a Pescara di foto e video presso la casa della donna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.