Silvio Berlusconi non molla la politica “Sono obbligato a fare politica, senza di me al ballottaggio vincono i grillini”

Silvio Berlusconi sembra non voglia davvero abbandonare il mondo della politica e lo ha dichiarato esplicitamente nella giornata di ieri nel corso di un suo intervento, sottolineando tra l’altro che senza di lui Forza Italia deperirebbe e finirebbe sotto il 10% ed ancora l’Italia sarebbe già in mano ai grillini.

“Non ho alcuna voglia di fare politica. Non l’avevo nel ’94 e non ce l’ho oggi. Ma come nel ’94 mi sentii obbligato a scendere in campo per non lasciare il Paese in mano ai comunisti, oggi mi sento moralmente obbligato per evitare che si realizzi una prospettiva forse persino più nefasta”, ha dichiarato Silvio Berlusconi, facendo capire di essere dunque obbligato a rimanere in politica.

Nel corso di un’intervista rilasciata nei giorni scorsi, il leader di Forza Italia parlando proprio del suo partito ha tenuto a precisare che in realtà non esiste assolutamente un conflitto tra i capigruppo Renato Brunetta e Paolo Romano. “Non c’è nessun conflitto. Lo dice anche il proverbio: quando il gatto non c’è, i topi ballano. Il gatto è assente dal Parlamento, ma non è assente dal Paese. Le assicuro che non passa giorno senza che incontri qualcuno per organizzare il futuro del centrodestra, mi sto riallenando e a breve sarò nuovamente in campo”, ha dichiarato l’ex premier Berlusconi.

Inoltre, il cavaliere ha anche annunciato importanti novità, ovvero la volontà di procedere ad un rinnovamento all’interno del partito, puntando molto sui giovani.” Stiamo mettendo su una squadra di giovani che interloquirà con quei 27 milioni di italiani che frequentano Internet” e “riporteremo a votare i delusi che non vanno più. Gli prospetteremo un governo composto al cinquanta per cento da personalità che non vengono dalla politica”, ha concluso Berlusconi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.