Siria, leader dei ribelli Zahran Alloush ucciso in raid aereo contro le forze anti-Assad

Zahran Alloush, leader del movimento Jaysh al Islam, che è una delle più importanti fazioni anti-Assad in Siria, sarebbe stato ucciso a conclusione di un raid aereo mirato, probabilmente di matrice russa. L’attacco aereo è avvenuto ad Est di Damasco in un luogo dove, oltre alla presenza di Zahran Alloush, veniva data pure quella di altri importanti ufficiali.

La località di preciso non è stata indicata, ma se l’uccisione di Zahran Alloush fosse confermata, allora si tratterebbe di un duro colpo per le principali fazioni ribelli siriane a fronte di una situazione della quale a trarre vantaggio potrebbe essere anche l’Isis. Questo perché tra i morti nel raid, oltre a Zahran Alloush, potrebbero esserci pure altri importanti ufficiali al punto che potremmo ben presto assistere ad una destabilizzazione delle principali fazioni ribelli siriane anti-Assad.

Zahran Alloush sul campo si è guadagnato il rispetto di decine di migliaia di combattenti godendo peraltro dell’appoggio da parte dei sauditi. Con spiccate doti politiche e militari, Zahran Alloush viene considerato un islamista moderato che nel frattempo però ha visto crescere intorno tanti nemici. Con la conseguenza che la sua morte nel raid aereo potrebbe essere strettamente legata al tradimento da parte di qualcuno dei suoi uomini più fidati.

Questo perché il luogo della riunione di Zahran Alloush con i capi di altre fazioni siriane anti-Assad era rigorosamente top secret e, quindi, noto solo ad una cerchia molto ristretta di persone. Una di queste, quindi, potrebbe aver rivelato le coordinate ai russi per far scattare il raid aereo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.