Smog a Milano: ferme tutte le auto blocco totale dal 28 al 30 dicembre, incentivi prorogati

0

Continua a Milano l’emergenza smog, legata agli alti valori di Pm10, con la conseguenza che il Comune non solo ha prorogato gli incentivi per l’uso dei mezzi pubblici, ma ha pure disposto per le auto private il blocco totale della circolazione, dalle ore 10 alle ore 16, per le giornate di lunedì 28, martedì 29 e mercoledì 30 dicembre del 2015.

A fronte dell’emanazione della relativa ordinanza, il Comune di Milano auspica peraltro che lo stesso provvedimento venga assunto non solo dai Comuni della Città metropolitana, ma anche da tutti gli altri Comuni della Regione Lombardia in accordo con quanto dichiarato dall’assessore all’Ambiente Pierfrancesco Maran.

Per quel che riguarda gli incentivi legati all’uso dei mezzi pubblici, che sono partiti lo scorso 14 dicembre, la proroga prevede che a Milano sarà possibile prendere il tram, salire sul bus o prendere la metropolitana con il biglietto singolo da 1,50 euro che sarà valido tutto il giorno fino al 31/12. Buona è peraltro la risposta a queste agevolazioni visto che il Comune di Milano ha reso noto che negli ultimi giorni i viaggiatori su bus e metropolitana sono aumentati del 10%.

In merito alla possibilità di un blocco della circolazione delle auto, contemporaneo, in tutti i Comuni della Regione Lombardia, il Governatore Roberto Maroni ha precisato che ‘il Comune di Milano prende i provvedimenti per il Comune di Milano’. Mentre a livello regionale il Governatore ha aggiunto che ‘abbiamo già un assessore nostro, Claudia Terzi, che si occupa di questo e ha sentito tutte le amministrazioni e ha preso tutte le misure necessarie‘.

Prorogati gli sconti dei mezzi pubblici – “Oggi in Giunta, oltre ad aver deciso la proroga degli sconti per l’utilizzo dei mezzi pubblici – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente milanese Pierfrancesco Maran –, abbiamo ritenuto di assumere questa ulteriore misura a tutela della salute dei nostri concittadini. Auspichiamo che analogo provvedimento sia assunto dai Comuni della Città metropolitana e lombardi”.

Rispondi o Commenta