Sole sulla pelle e abbronzatura al top, ma attenzione alla cheratosi

0

Con l’arrivo dell‘estate arrivano le prime ustioni, perchè il sole è amico si della pelle ma è importante prendere delle precauzioni.Proprio sulla questione è stata indetta una conferenza stampa nel corso della quale si è parlato di pelle, di scottature, e dei rischi ai quali si può andare in contro esponendosi al sole senza alcuna precauzione.

Uno dei rischi più comuni dell’esposizione al sole è il melanoma, ovvero un tumore maligno che origina dal melanocita una cellula della cute che è preposta alla sintesi della melanina. Solitamente nelle donne sorge per lo più nelle gambe mentre negli uomini nella schiena.

Purtroppo esistono altre lesioni della cute non meno gravi come la cheratosi attinica, ed ancora il carcinoma basocellulare e quello squamoso. Per quanto riguarda la cheratosi attinica, per chi non lo sapesse si tratta di un’affezione della pelle che sorge in modo spontaneo in seguito ad una prolungata esposizione ai raggi del sole. Si tratta del secondo tumore cutaneo per diffusione e stando a quanto emerso dalle statistiche, sembra che le maggiori categorie a rischio siano muratori, agricoltori, contadini, marinai e pescatori.

Il rimedio? E’disponibile una terapia basilare che consiste in un gel, acquistabile su prescrizione medica e che va applicata per tre giorni consecutivi sul viso o per due giorni sul corpo. La prevenzione in questo caso è molto importante e dunque è utile eseguire periodicamente una valutazione per verificare l’eventuale comparsa di macchie sospette. Nel caso in cui si dovesse notare qualcosa di sospetto, è importante rivolgersi subito ad uno specialista dermatologo presso un qualsiasi ospedale o ambulatorio.

Rispondi o Commenta