Sopravvissuto al Bataclan era al World Trade Centre l’11 settembre 2001, una storia incredibile

L’11 settembre del 2001 ed il 13 novembre del 2015. Sono queste le due date che di certo non scorderà mai Matthew, un americano di 36 anni che a ‘Le Monde’ in un’intervista ha raccontato la sua storia, una storia che in tutto e per tutto ha dell’incredibile.

Matthew, 14 anni dopo essersi salvato dall’attacco alle Torri Gemelle, la sera del 13 novembre del 2015 era proprio al Bataclan di Parigi quando durante un concerto è iniziato il massacro da parte di un commando di terroristi.

Matthew è quindi un miracolato che l’11 settembre del 2001, racconta, fuggì per tutta Manhattan, ‘ma quello che ho vissuto al Bataclan è stato mille volte peggiore’, ha fatto presente nel corso dell’intervista sottolineando di aver visto la morte con gli occhi.

Il 36-enne, infatti, aveva subito riconosciuto il suono degli spari, ma ferito alla gamba si è trovato a strisciare lentamente verso l’uscita mentre i terroristi facevano fuoco per poi ricaricare i Kalashnikov. Dopo aver raggiunto l’uscita del locale, esausto e ferito Matthew è prima crollato sul marciapiede, e poi è stato salvato da Daniel Psenny, giornalista proprio di Le Monde, insieme ad un altro uomo che lo ha aiutato a mettersi in salvo.

Matthew, ricoverato all’ospedale George Pompidou di Parigi, in Rue Leblanc, ha poi telefonato subito a casa alla moglie rassicurandola del fatto che fosse ferito ma che era riuscito a salvarsi. La moglie peraltro doveva essere con lui, al Bataclan per il concerto, ma per quella sera per tenere i loro due bambini la baby sitter non era disponibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.