Spoleto, va a caccia nel bosco ma fa un macabro ritrovamento:spunta un teschio

0

Una terribile scoperta è stata effettuata nei giorni scorsi nelle campagne di Spoleto. Un uomo, da quanto emerso , nel corso di una passeggiata in un bosco nella zona dell’Alta Marroggia, si è imbattuto in un teschio.Un macabro ritrovamento nella zona dell’Alta Marroggia per l’uomo, un cacciatore spoletino il quale era uscito come tante altre volte per una battuta di caccia; addentratosi nelle campagne sopra Crocemaroggia, dichiara di aver cominciato a notare che tra la vegetazione era presente qualcosa di molto strano, che sicuramente non somigliava ad un fungo, vegetazione o qualche animale.

Si trattava esattamente di un cranio umano, ritrovato dal cacciatore il quale dapprima incuriosito ma poi anche molto preoccupato ha subito lanciato l’allarme; partita immediatamente un’indagine seguita dalla Procura della Repubblica che ha disposto l’invio dei resti nell’Istituto di Medicina Legale di Terni per tutti gli accertamenti del caso.Le indagini e le ricerche sono ancora in corso per cercare di riuscire a trovare altre parti del cadavere, ma purtroppo al momento hanno dato esito negativo.

Intanto, sono arrivati gli esiti dell’Istituto di Medicina legale di Terni che ha condotto analisi sui resti ritrovati e questi hanno confermato che in realtà si tratta proprio di un resto umano.

Adesso resta da capire, a chi possa appartenere il teschio; a tal riguardo, si è subito ipotizzato che possa appartenere a Nedina Stramaccia, una donna scomparsa a Baiano di Spoleto, lo scorso 19 giugno del 2010.Per avere certezza che si tratti dell’anziana signora, bisognerà attendere le analisi del Dna o quelli biometrici del’arcata dentale. 

Rispondi o Commenta