Squinzi contro i sindacati:”Sono solo un fattore di ritardo per l’Italia”

0

“Il sindacato in Italia mediamente è stato un fattore di ritardo: ha fatto ritardare tanto l’efficienza e la competitività complessiva del Paese”, sono state queste le parole dichiarate da Squinzi nella sua prima uscita dopo le ferie estive, scegliendo di prendere di mira proprio i sindacati. «Un sindacato moderno dovrebbe avere la capacità di rispondere in tempi utili e in maniera corretta a questo tipo di situazioni.

In un’epoca in cui l’economia si muove velocemente a una velocità supersonica il fatto che ci si possa mettere quasi due anni per poter scrivere un accordo specifico sulla rappresentanza, che è un fattore di democrazia, non è il modo giusto di fare le cose», ha dichiarato Squinzi. Inoltre, sembra che proprio nei giorni scorsi,il segretario generale della Cgil Susanna Camusso, nei riguardi di Squinzi abbia dichiarato:«continua a usare luoghi comuni che sono quelli di stare nel coro di un dibattito che ha caratterizzato anche il governo, che non riuscendo ad affrontare i problemi del Paese trova su chi scaricarli, e cioè sul lavoro, e gode di una condizione che è quella per cui si dà per scontato che il mondo delle imprese abbia fatto sempre tutto bene e che le colpe stiano altrove. Purtroppo Squinzi fa così, ogni tanto si risveglia, vede la Tv e crede che il sindacato sia la Fiom, dimenticandosi della necessità di riforma del sistema confindustriale che come la Fiom è fermo a trenta anni fa”.

Rispondi o Commenta