Stefano Fassina lascia il Pd:”Non ci sono più le condizioni per poter andare avanti”

«È arrivato per me il momento di prendere atto che non ci sono più le condizioni per andare avanti nel Pd e insieme a tanti e tante che hanno maturato per vie autonome la mia stessa riflessione proveremo a costruire altri percorsi non per fare una testimonianza minoritaria ma per fare una sinistra di governo ma su una agenda alternativa», questo quanto dichiarato da Stefano Fassina ovvero l’economista nonchè politico italiano deputato della Regione italiana ed ex viceministro dell’Economia e delle Finanze sotto il Ministro Fabrizio Saccomanni nel governo Letta.

Fassina nel corso di un’iniziativa del Pd organizzata a Capannelle ha espresso la sua volontà di voler abbandonare il partito per provare a costruire qualcosa di nuovo e di diverso, un po’ come ha fatto il collega Pippo Civati.

«La scelta del governo di porre il voto di fiducia sul disegno di Legge sulla scuola è uno schiaffo al Parlamento e all’universo della scuola che in questi mesi si è mobilitato per un intervento innovativo e di riqualificazione della scuola pubblica» aveva dichiarato Fassina alcune ore prima di aver dichiarato la volontà di voler lasciare il Pd.

Ma nonostante le sue parole che non sembrino aver lasciar adito di pensare ad altro, nella serata di ieri è arrivato un tweet di Fassina nel quale ha scritto: “Non ho ancora lasciato il PD”.Nello stesso tempo, Fassina sempre su Twitter ha voluto esprimere la sua contrarietà al voto di fiducia sul ddl scuola, dichiarando: «No al voto di fiducia su ddl scuola. Assunzioni per decreto. Impegno per migliorare scuola pubblica continua. No rassegnazione». 

One comment

  1. Sì i Solidarnosc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.