Strage Bologna, Sergio Mattarella: “l’Italia ha il dovere di non dimenticare”

0

Quel 2 agosto si contarono 85 morti e 200 feriti. A 35 anni dalla strage di Bologna il ricordo per tutti il capo dello Stato, scrive Sergio Mattarella: “l’Italia ha il dovere di non dimenticare le vittime di una strategia stragista che mirava a scardinare la democrazia su cui nonostante la magistratura abbia emesso una sentenza definitiva, rimangono il capo dello Stato angoli buoi sui complici e sui mandanti”.

La verità, a Bologna di fronte ad una piazza gremita come sempre, ma questa volta senza contestazioni, dà voce a questa richiesta imperativa il presidente del Senato Grasso più volte applaudito: “io sono qui oggi, per ripetere tutti insieme, non ci stiamo, non dimentichiamo,noi vogliamo giustizia”.

La drammatica attualità delle indagini resta ancora da completare, emerge dalle parole di Paolo Bolognesi rappresentante delle vittime, che punta il dito sull’inchiesta di mafia capitale, e suo i legami tra il terrorista neofascista Massimo Carminati gli autori materiali della strage.

Rispondi o Commenta