Strage migranti a largo della Libia,si temono centinaia di vittime

Ennesima strage di migranti nel Mediterraneo verificatosi nella giornata di ieri. Un barcone in legno con a bordo più di 700 migranti si è capovolto al largo della Libia; da quanto emerso sembra che l’incidente sia avvenuto a 22 miglia nautiche a largo di Zuwara. Il numero delle vittime non è stato ancora accertato, visto che fino a ieri sera erano stati tratti in salvo soltanto 400 migranti, i quali sono stati soccorsi dalla nave militare della marina irlandese che per prima è arrivata a soccorrere i migranti a circa un miglio di distanza dal peschereccio.

La Bbc nel corso della giornata di ieri ha dichiarato: “Si temono molte vittime”. L’allarme era arrivato alla centrale operativa della Guardia Costiera di Roma nella tarda mattinata da Catania, che a sua volta aveva ricevuto una segnalazione con una chiamata satellitare dove si presumeva che un motopeschereccio in ferro, con a bordo diverse centinaia di persone, si trovasse in difficoltà.Sul posto, si sono subito riversate la Guardia Costiera la Dignity One, una nave di Medici senza frontiere, e la Le Niamh, una nave della Marina Militare irlandese.

«Abbiamo individuato subito circa 150 migranti e siamo riusciti a recuperarli. Ma temiamo che ci siano molti morti», ha detto il comandante della nave irlandese, Donald Callagher, contattato dall’Associated Press.Da quanto emerso, sembra che il peschereccio sia affondato in pochi minuti e purtroppo per i tanti migranti posti nella stiva non c’è stato nulla da fare, perchè sarebbero andati a fondo tutti insieme al barcon e senza avere alcuna possibilità di salvarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.