Strage di Parigi, due francesi fermati a in Austria con passaporti falsi “Legami con gli attentati”

Continuano i blitz antiterrorismo della polizia in varie città europee, e proprio alcuni giorni fa, due presunti terroristi sono stati arrestati in Austria,a Salisburgo, nell’Ovest dell’Austria. «Due persone provenienti dal Medio Oriente sono state arrestate nel weekend.Si indaa su eventuali collegamenti con gli attacchi di Parigi”, ha dichiarato Robert Helzleitner, portavoce della procura di Salisburgo.

Si tratta di due presunti jihadisti dell’Is, i quali sono stati arrestati dalla polizia proprio nell’Ovest dell’Austria; i due stando a quanto emerso sarebbero di origine algerina e pakistana, i quali si sarebbero finti rifugiati per passare inosservati e non destare sospetti.I due uomini, in realtà sarebbero stati arrestati lo scorso week-end all’interno di un rifugio per immigrati sito nella città di Salisburgo.

Stando a quanto emerso dal quotidiano kronen-Zeitung, i due sarebbero entrati in Austria lo scorso mese di ottobre insieme ad alcuni membri della cellula che ha compiuto i massacri dello scorso 13 novembre a Parigi. Dai controlli effettuati, è emerso che i due soggetti erano in possesso di passaporti falsi siriani e con questi avrebbero viaggiato dalla Grecia attraverso i Balcani fino ad arrivare in Austria insieme a tanti altri immigrati in cerca di rifugio.

Stando ad alcune indiscrezioni, sembra che i due fermati si trovassero in Austria in attesa di ricevere ordini per condurre nuovi attacchi terroristici, ma al momento questa indiscrezione non sembra essere stata confermata. Adesso è massima allerta in Austria, dove si cercano altri possibili sospettatati jihadisti legati alla cellula terroristica dell’Isis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.