Strasburgo approva la nascita dello Stato di Palestina

Il Parlamento Europeo ha votato con la maggioranza una risoluzione sottoscritta da quasi tutti i gruppi che lo compongono, che va a sostenere il riconoscimento dello Stato della Palestina.

0

Il Parlamento Europeo ha votato con la maggioranza una risoluzione sottoscritta da quasi tutti i gruppi che lo compongono, che va a sostenere il riconoscimento dello Stato della Palestina. Tale risoluzione si basa sui confini sanciti nel 1967, che prevede la suddivisione in due Stati distinti – Israele e Palestina – e la nomina di Gerusalemme a capitale, spingendo verso la ripresa dei colloqui di pace.

La risoluzione è stata approvata con 498 si, 88 no e 111 astensioni, voti uniti ad un grande applauso dell’Aula che ha sancito un momento storico a sostegno dello stato palestinese.

La risoluzione è nata dalla convergenza dei testi redatti da cinque gruppo: PPE, S&D, Sinistra Unita (GUE), liberali e verdi, con l’appoggio di alcuni pentastellati come Massimo Castaldo e Ignazio Corrao. E Gianni Pittella, presidente di S&D, ha commentato così il voto: “Quello di oggi è un giorno storico, un voto importante ai fini di un’apertura di un negoziato libero dal condizionamento degli estremisti. E’ la vittoria non di una parte ma di tutto il Parlamento europeo, la vittoria della pace”.

Rispondi o Commenta