Tagli alla sanità: ecco quali sono le novità introdotte

Dopo il sì del Senato al Decreto Enti Locali con le misure d’intesa Stato Regioni diverse saranno le riorganizzazioni e i tagli alla Sanità in Italia. Il Ministro della Salute proprio in queste ultime ore ha promesso una rivoluzione in campo sanitario così da evitare grossi sprechi di denaro. Beatrice Lorenzin, il Ministro della Salute ha i tecnici sono già al lavoro per cercare di presentare un ventaglio di proposte che saranno messe in atto subito dopo l’estate.

Principale obiettivo del Ministero sarà evitare gli sprechi limitando le spese determinati soprattutto dalla medicina di difesa voluta dalle Regioni, ma cercando allo stesso tempo di garantire la prevenzione e la centralità del medico.Tagli alla sanità stimati fino a 2,3 miliardi di euro, ci si chiede dove andranno a colpire i tagli previsti, sicuramente ci sarà una netta riduzione delle prestazioni inappropriate, in virtù del quale le prestazioni considerati relativamente importanti per il paziente potranno essere erogate ma solo se a carico totale dell’assistito.

Sarà introdotto inoltre un sistema di payback in caso di sforamento del tetto per i farmaci, un sistema criticato anche dai tecnici del settore.La manovra prevede inoltre la riorganizzazione degli ospedali e degli ambulatori, con una netta riduzione di analisi, visite, ed esami diagnostici, sicuramente una soluzione che rischia di soffocare sia i pazienti che gli operatori del settore, saranno invece protetti i pazienti affetti da una patologia, il primo esame potrebbe essere rimborsato dal Servizio Sanitario Nazionale mentre i successivi dipenderanno dallo stato di salute del paziente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.