Taipei, studente inciampa e danneggia un natura morta da 1,5 milioni di dollari

Un quadro del valore da 1,5 milioni di dollari ha fatto una brutta fine a Taipei, durante una mostra. Sì, perché uno studente inavvertitamente, dopo essere inciampato, lo ha letteralmente bucato generando nel ragazzo, un dodicenne in gita, panico ed apprensione per quanto accaduto visto il danno arrecato all’opera d’arte.

Il quadro ‘bucato’ è una natura morta che risale addirittura al 1660, e questo tra l’altro spiega il suo valore di mercato, e che è intitolata ‘Fiori’. L’opera è del pittore italiano Paolo Porpora con alcuni dei suoi dipinti che si trovano pure al Museo di Capodimonte di Napoli ed al Museo delle Belle Arti di Nancy.

Non ci sarà in ogni caso alcuna richiesta di risarcimento, da parte del museo di Taipei e degli organizzatori della mostra sull’accaduto dopo che sono stati visionati i nastri con i video della sorveglianza. Il ragazzo è infatti inciampato in maniera fortuita in una delle funi di sicurezza per quella che, per lo studente, da gita poteva trasformarsi in tutto e per tutto in un incubo.

Ed il tutto fermo restando che il danno causato all’opera del pittore italiano Paolo Porpora è irreversibile in quanto, anche dopo il restauro, il dipinto non potrà più tornare come prima. L’unica magra consolazione è rappresentata dal fatto che ‘Fiori‘, appartenente ad una collezione privata, era regolarmente assicurato e che a Taipei nel corso della mostra c’erano quadri che valevano molto di più. Per esempio un Leonardo Da Vinci, un autoritratto, da oltre 230 milioni di dollari, praticamente dal valore inestimabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.