Telecom Italia allarga board a 17 persone, vittoria Vivendi con blocco conversione azioni risparmio

Arnaud de Puyfontaine, Stephane Roussel, Felicité Herzog ed Hervé Philippe. Sono questi i nuovi quattro componenti del board di Telecom Italia, ovverosia del Consiglio di Amministrazione, che non sono altro che i quattro rappresentanti del socio francese Vivendi che possiede il 20,5% del capitale sociale della società quotata in Borsa a Piazza Affari.

Era stata proprio Vivendi a chiedere e ad ottenere l’allargamento del board a 17 persone, ma al termine dell’assemblea di Telecom Italia il socio francese ha portato a casa un’altra importante vittoria visto che è stata bloccata la conversione delle azioni di risparmio in azioni ordinarie.

La società francese Vivendi, sulla conversione delle azioni Telecom Italia risparmio in azioni ordinarie, ha tra l’altro fatto sapere di non essere contraria a prescindere, ma di non condividere le caratteristiche dell’operazione che sono state proposte dal Consiglio di Amministrazione. Ne consegue che l’ipotesi di conversione delle risparmio in ordinarie non tramonta in quanto ora l’operazione in altri termini potrebbe essere riformulata e riproposta dal Cda in cui ora sono presenti pure i rappresentanti di Vivendi che peraltro, con la quota attualmente posseduta, ha ribadito di voler esercitare un ruolo di socio industriale e di voler quindi rimanere a lungo tra gli azionisti stabili di Telecom.

Da segnalare infine che, sempre nel corso dell’Assemblea degli azionisti di Telecom Italia, non è stato approvato dai Soci lo svincolo dei Consiglieri di nuova nomina dal divieto di concorrenza in quanto la proposta ha ottenuto una percentuale di voti a favore inferiore al 50% ed in particolare al 49,7%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.