Terrore in Francia: presi ostaggi a Roubaix dopo una rapina, si contano molti feriti

Ancora sotto l’occhio del ciclone la Francia, che nella giornata di ieri è stata protagonista ancora una volta di un evento traumatico. Un gruppo di uomini armati, infatti, hanno preso degli ostaggi nella città di Roubaix, nella Francia settentrionale, proprio vicino al confine con il Belgio.

La notizia è stata diffusa da fonti francesi, che ancora una volta hanno dovuto annunciare un triste evento avvenuto nella loro terra. Stando a quanto emerso, gli uomini armati con armi da guerra, asserragliati in un edificio intorno alle ore 19 avrebbero aperto il fuoco contro la polizia, prendendo in ostaggio molte persone, che per caso si trovavano a passare da quel luogo.

Stando a quanto diffuso da France Tv, gli autori di tale atto terroristico si apprestavano a rapinare la casa in cui si sono poi barricati. Ci sarebbero diversi feriti, stando alle notizie diffuse nella serata di ieri ci sarebbero anche una decina di vittime. Il quartiere è stato posto sotto sequestro ed è stato isolato; sul posto sono subito arrivate le unità di elite della polizia francese, quelle della Brigade Anti-Criminalitè e quelle del gruppo Raid, ovvero quelle che hanno condotto l’operazione nell’appartamento di Saint Denis,dove i terroristi responsabili degli attentati del 13 novembre si erano rifugiati.

 Roubaix, come già anticipato si trova a pochi chilometri dal Belgio,e proprio in questi giorni è stato uno dei paesi in cui vi è stato uno stato di massima allerta per il pericolo concreto di imminenti attentati terroristici. Anche il sindaco di Roubaix in serata ha affermato che al 99% non si tratta di un attentato terroristico.

Si è temuto un nuovo attacco terroristico, ancora una volta in Francia, a Roubaix, cittadina nella regione del Nord-Passo di Calais, al confine con il Belgio, quando, intorno alle 19, uomini «pesantemente armati» si sono asserragliati in una villetta tenendo una famiglia in ostaggio: un direttore di banca, la moglie e due figli. Dopo poche ore, però, la situazione si è risolta con la liberazione di tutti i coinvolti e con l’uccisione di uno degli assalitori della villetta. Secondo le prime ricostruzioni gli uomini, armati di fucili da guerra, probabilmente dei kalashnikov, avrebbero aperto il fuoco contro la polizia, che aveva colto sul fatto i ladri mentre si apprestavano a rapinare la casa delbanchiere.

Una versione confermata anche da Marc Vasseur, direttore aggiunto dell’ufficio del sindaco di Roubaix, che ha riferito che i malviventi erano entrati nell’abitazione «con l’intento di rapinarla». Immediato l’intervento degli uomini delle teste di cuoio, in un Paese che da due settimane è sotto il tiro dei terroristi e vive nel panico; giusto ieri è stata trovata in un cassonetto nella città di Parigi una cintura esplosiva del tipo di quella usata dai kamikaze nello stadio francesi lo scorso 13 novembre. Mentre veniva isolato un intero quartiere, la zona tra l’Avenue Gustave Delory e la rue Vaillant, sul posto sono arrivate anche le unità di élite della polizia francese, quelle della Briga- de Anti-Criminalité (Bac) e quelle del gruppo Raid, lo stesso che ha condotto l’operazione nell’appartamento di Saint Denis dove si erano rifugiati alcuni terroristi responsabili degli attentati dello Stadio di Francia.

Fonti della polizia di Roubaix hanno precisato che non ci sono stati feriti tra i passanti e che «tutte le persone prese in ostaggio dagli assalitori sono state messe in salvo». Sembra però che due delle quattro persone presenti al momento del tentativo di furto finito male siano invece riuscite a fuggire, scongiurando di finire sotto assedio come le altre. Le autorità francesi, anche per tranquillizzare la popolazione, hanno subito allontanato i sospetti: «Si è trattato di un caso di criminalità comune, che nulla ha a che fare con il terrorismo», ha messo nero su bianco il ministero dell’Interno d’Oltralpe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.