Terrorista dell’Isis arrestato negli Usa: riceveva denaro per ‘condurre attacco su suolo americano’

1

Un cittadino residente negli Usa, ma nato in Egitto, è stato arrestato in quanto ritenuto un terrorista dell’Isis che, avendo ricevuto almeno 8.700 dollari da soggetti operativi dello Stato Islamico oltreoceano, stava per ‘condurre un attacco sul suolo americano‘ in accordo con quanto dichiarato da John Carlin, vice procuratore generale.

L’uomo si chiama Mohamed Elshinawy, ha 30 anni ed è stato arrestato dalla polizia di Baltimora dopo che, peraltro, l’Fbi indagava su di lui già da diversi mesi monitorando le sue comunicazioni online e le proprie transazioni bancarie.

La notizia dell’arresto di Mohamed Elshinawy, che è stato effettuato nei giorni scorsi, è stata riportata dal New York Times e non fa altro che mettere in evidenza, se le accuse a carico dell’egiziano saranno confermate, che i rischi maggiori riguardo a possibili nuovi attacchi terroristici, in Usa e non solo, derivano da affiliati all’Isis già residenti nel Paese da colpire.

Anche per questo il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama in questi ultimi giorni sembra voler spingere sull’acceleratore per quel che riguarda i piani e le azioni di lotta contro la minaccia terroristica. ‘Saranno i prossimi a essere colpiti. Ora progressi nella lotta siano più rapidi’, ha non a caso dichiarato, riferendosi all’Isis, il Presidente Obama al termine della riunione al Pentagono del Consiglio per la sicurezza nazionale con i vertici militari, con quelli dell’intelligence e con i suoi più stretti collaboratori. ‘Li abbiamo colpiti al cuore e renderemo loro sempre più difficile avvelenare il mondo’, ha aggiunto il numero uno della Casa Bianca.

1 COMMENT

Rispondi o Commenta