Thailandia,rischia 37 anni di carcere per aver insultato il cane del re

0

Incredibile quanto accaduto in Thailandia dove un uomo è stato processato per aver offeso il cane del re. Non si tratta di una bufala o di uno scherzo, ma di una storia realmente accaduta negli ultimi giorni. L’uomo, Thanakorn Siripaiboon un operaio che lavora in fabbrica stando a quanto emerso, rischierebbe fino a 37 anni di carcere per aver insultato il cane di re Bhumibol Adulyadej, un meticcio reale di nome Tong Daen, molto amato dai reali del paese tanto da essere stato incluso anche in un libro del re Bhumibol Adulyadej scritto nel 2002.

L’uomo è stato accusato di aver mancato di rispetto al cane e per questo motivo rischia moltissimi anni di carcere; nello specifico l’uomo avrebbe condiviso su Facebook un post in cui si parla di una presunta corruzione per la costruzione di un monumento dedicato a Tongdaeng.

Non solo questo, ma l’uomo avrebbe anche cliccato il tasto Mi piace su un fotomontaggio che ritraeva il re ed un messaggio satirico sul cane. L’uomo è accusato di sedizione, lesa maestà e reati informatici e dovrà risponderne davanti al Tribunale Militare. Stando alla legge thailandese si rischiano 15 anni di prigione per ogni capo di accusa.

Non avrei mai immaginato che la legge sarebbe stata utilizzata anche per il cane reale, è una sciocchezza”, ha dichiarato il legale dell’uomo.«Era un post che includeva tre foto con un messaggio satirico sul cane. Non avrei mai immaginato che la legge sarebbe stata utilizzata anche per il cane reale, è una sciocchezza», ha aggiunto il legale Thanakorn.

Rispondi o Commenta