Torino,ragazzo morto dopo Tso:Procura chiude l’inchiesta, 4 rinviati a giudizio per omicidio colposo

Ricorderete sicuramente il caso di Andrea Soldi, ovvero il 45enne affetto da schizofrenia morto lo scorso mese di agosto in seguito ad un trattamento sanitario obbligatorio.L’uomo affetto da schizofrenia, ricordiamo era stato caricato in ambulanza ed ammanettato con le mani dietro la schiena in una posizione del tutto incompatibile con la possibilità di una ventilazione efficace.

La procura di Torino nella giornata di ieri ha deciso di chiudere l’inchiesta ed ha ipotizzato il reato di omicidio colposo nei confronti di quattro indagati, ovvero tre agenti della polizia municipale Enri Botturi, Stefano Delmonaco e Manuel Vair e lo psichiatra che autorizzò il Tso ovvero Pier Carlo Della Porta.

I quattro potrebbero essere rinviati a giudizio con l’accusa di omicidio colposo.Stando a quanto emerso dalla autopsia effettuata dal medico legale Valter Declame su incarico del pm Raffaele Guriniello, Soldi è morto per strangolamento atipico una morte violenta conseguenza di un Tso effettuato in modo anomalo.

” Ad Andrea non sono state risparmiate nemmeno le manette quando ormai era già privo di sensi e in condizioni di sofferenza respiratoria”, hanno dichiarato Luca Lauri e Giovanni Soldi, gli avvocati della famiglia del giovane Andrea Soldi. In seguito alla decisione del Tribunale di Torino, i vigili ed il medico si difendono e lo hanno fatto tramite i loro lega “Il nostro esperto non concorda con le conclusioni del consulente della procura ed esprimerà nelle sedi opportune le ragioni del suo dissenso scientifico”, ha dichiarato Anna Ronfani, il legale dello psichiatra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.