Tragedia aerei Slovacchia: tra paracadutisti ed equipaggio, in sette perdono la vita

0

E’ finita in tragedia nei cieli della Slovacchia occidentale, ed in particolare nei pressi del villaggio di Cerveny Kamen, nei Piccoli Carpazi, una zona che si trova poco a nord di Bratislava, un’esercitazione tra due piccoli aerei che erano impegnati in un’esercitazione finalizzata poi ad un’esibizione.

A bordo dei due piccoli arei, che si sono scontrati, c’erano a bordo in tutto 38 paracadutisti più il personale di equipaggio. A causa dello scontro nei cieli in sette hanno perso la vita, di cui tre paracadutisti e quattro membri dell’equipaggio, mentre in 33 si sono salvati.

Le prime notizie sulla tragedia aerei nei cieli della Slovacchia occidentale sono state fornite dai vigili del fuoco che sono accorsi sul posto dopo lo scontro avvenuto quando in Italia erano le ore 10,30 di giovedì 20 agosto del 2015. Sono poi arrivati pure gli elicotteri di soccorso al fine di recuperare tutti coloro che si erano salvati. Il numero delle vittime, in accordo con quanto è stato riportato dal Daily Mail, è stato reso noto da Zuzana Farkasova, la portavoce del gruppo di soccorritori.

Le vittime probabilmente potevano essere molto di più se, da uno dei due aerei, i paracadutisti non avessero deciso con prontezza di lanciarsi prima che avvenisse la collisione ad un’altezza di circa 1.500 metri dal suolo. I due piccoli velivoli, due L-410 di fabbricazione ceca, si sarebbero dovuti esibire domenica prossima, 23 agosto del 2015, durante un Air-Show. Invece purtroppo uno dei due aerei ha perso improvvisamente quota, forse per un sovraccarico, andandosi a schiantare sull’altro durante le prove.

Rispondi o Commenta