Tragedia al Rally in Val Cavargna, pilota e navigatore muoiono carbonizzati

0

In Val Cavargna, provincia di Como, due persone di nazionalità svizzera sono morte carbonizzate a seguito di un incidente avvenuto durante una gara di rally. L’auto, per motivi sui quali ancora si stanno facendo degli accertamenti, è sbandata ed ha preso subito fuoco nell’impatto non lasciando scampo purtroppo al pilota, Stefano Campana, ed al vice nonché navigatore a bordo del mezzo Robin Munz.

La gara di rally con conseguenze tragiche si è svolta in particolare sul territorio del piccolo Comune di Porlezza, una zona ad alta vocazione turistica trovandosi sulle rive del Lago di Lugano. La Renault Clio R3 con a bordo Stefano Campana e Robin Munz è sbandata, finendo contro una roccia, alla quarta prova del rally e dopo l’incidente la gara, che era giunta alla sua terza edizione, è stata sospesa in via definitiva.

Lo schianto dell’auto sulla roccia ha purtroppo mandato subito l’auto in fiamme con la conseguenza che, all’arrivo dei vigili del fuoco, non è rimasto altro che andare a constatare il decesso del pilota Stefano Campana e del suo vice Robin Munz in una gara che era iniziata con una passerella da parte degli oltre cento equipaggi che si erano iscritti per partecipare al rally denominato ‘Barelli Ronde‘ con organizzazione affidata alla VS Corse.

Ora non resta che andare ad accertare le cause dell’incidente e su cosa possa aver causato la sbandata della Renault Clio R3 considerando, tra l’altro, che il pilota ed il vice erano a conoscenza del tracciato avendo fatto in precedenza delle ricognizioni.

Rispondi o Commenta