Duplice omicidio a Palagonia, coppia settantenni forse uccisa da un extracomunitario
Duplice omicidio, una coppia di settantenni in una villetta è stata trovata morta forse a seguito di una rapina.
Segui Newsitaliane.it su Facebook

Tragedia choc: Duplice omicidio a Palagonia, coppia settantenni forse uccisa da un extracomunitario


Ancora delle tragiche notizie arrivano dalla Provincia di Catania dopo che nei giorni scorsi nel Comune Biancavilla, nella villa dove abitava una coppia, la moglie ha ucciso il marito dopo che in un primo momento si pensava invece ad una rapina. Stavolta tocca a Palagonia, sempre nel catanese, dove una coppia di settantenni in una villetta è stata trovata morta forse a seguito di una rapina compiuta da un cittadino extracomunitario.

La Polizia ha trovato la donna morta dopo essere stata lanciata dal balcone, mentre l’uomo è stato sgozzato per quello che rappresenta un duplice omicidio ed un fatto che ha sconvolto i cittadini del Comune di Palagonia dove di norma non si verificano delitti così efferati.

Come sopra accennato, gli indizi di colpevolezza sono caduti su un cittadino extracomunitario fermato dagli agenti al Cara di Mineo, il centro richiedenti asilo. Questo dopo che, nell’ambito dei controlli di routine, all’uomo è stato trovato un borsone con una videocamera, un computer ed un cellulare. Ebbene, nel risalire all’identità del proprietario del telefonino agli agenti è spuntato proprio l’indirizzo della casa della coppia di settantenni uccisa.

Di conseguenza gli inquirenti stanno procedendo con il valutare la posizione del cittadino extracomunitario sul quale, comunque, è già scattata l’accusa relativa al reato di ricettazione di materiale rubato. Resta infatti da capire, tra l’altro, se il materiale rubato e l’esecutore del duplice omicidio coincidano visto che la videocamera, il computer ed il telefonino, all’interno come all’esterno del centro richiedenti asilo, potrebbero essere passati di mano.

Privacy Policy