Trapianto di faccia, pompiere sfigurato ha ora un volto nuovo, intervento senza precedenti
Trapianto di faccia: pompiere sfigurato ha ora un volto nuovo, intervento senza precedenti negli Stati Uniti. (foto da sfchronicle.com)
Segui Newsitaliane.it su Facebook

Trapianto di faccia: pompiere sfigurato ha ora un volto nuovo, intervento senza precedenti


Con un’operazione durata ben 26 ore, un pompiere sfigurato ha ora un volto nuovo per quello che è un intervento senza precedenti in quanto trattasi dell’impianto di tessuto facciale più esteso mai realizzato. E’ successo negli Stati Uniti con il donatore per il trapianto che è un ragazzo che è deceduto a seguito di un incidente in bicicletta.

La persona che ora ha un nuovo volto si chiama Patrick Hardison ed è un pompiere americano di 41 anni che, nel tentativo di salvare una donna dalle fiamme, rimase col volto sfigurato a seguito del crollo del tetto della casa. A dirigere la lunga e complicata operazione è stato Eduardo Rodriguez, chirurgo plastico, presso la New York University dove si trova il centro medico ‘Langone’.

L’intervento, come sopra accennato, è stato il più esteso ad oggi mai realizzato in quanto ha interessato pure le ciglia e le orecchie a fronte di un rischio elevato. Le probabilità di sopravvivenza all’operazione sono state stimate dai medici in circa il 50% con Patrick Hardison che, a 90 giorni dall’intervento, fa progressi a fronte però di un cammino che è ancora lungo.

Con l’auspicio che Patrick Hardison possa tornare ad avere una vita normale, l’uomo aveva accettato il rischio di morire sotto i ferri dopo aver subito decine di interventi di chirurgia plastica arrivando purtroppo a diventare dipendente dai farmaci antidolorifici. Per 26 ore di invervento l’operazione è costata 1 milione di dollari anche perché Patrick Hardison è assistito da un team di ben cento persone tra medici, chirurghi, infermieri e tecnici.

Dopo l’operazione Hardison dice : «Ho pregato tutti i giorni per avere questa opportunità e Dio mi ha aiutato. I bambini scappavano e piangevano quando mi vedevano, ci sono cose peggiori di morire». «Mi hanno dato un volto nuovo, mi hanno dato una nuova vita».

Privacy Policy