Trento,uccide la sua compagna e la figlia e poi si lancia nel vuoto dal balcone

Un omicidio suicidio con tre morti che ha scosso profondamente nel pomeriggio la città di Trento. Al primo piano della centralissima via Marchetti, un uomo di 63 anni, Claudio Rampanelli ex carpentiere ed ex gestore di bar, ha ucciso a coltellate la convivemte, Laura Simonetti Ferrarese di 53 anni e la figlia di lei Paola Ferrarese di appena 27 anni studentessa Universitaria.

Dopo il gesto l’uomo ha telefonato alle forze dell’ordine, e quando la polizia è arrivata, si è gettato dalla finestra nel cortile interno del palazzo.Gelosia e possessività nei confronti della convivente con cui la relazione andava avanti da 10 anni, la figlia della donna, sembra si sia trovata sul luogo del delitto casualmente, rientrava da una vacanza al mare.

Una tragedia è avvenuta nel pieno centro di Trento, dove una madre ed una figlia sono state uccise a coltellate. Protagonista del doppio omicidio e del suicidio è stato un uomo di 63 anni, Claudio Rampanelli, il quale ha ucciso la sua compagna Laura Simonetti, di 53 anni e la figlia Paola Ferrarese di 27 anni, entrambe di Trento.Il motivo? Sembra che il movente sia stato la paura di essere lasciato da sola dalla compagna,e lo si è intuito dal biglietto che lo stesso ha lasciato in casa e che è stato ritrovato dopo l’avvenuta tragedia.

L’uomo dopo aver ucciso le due donne, ha deciso di togliersi la vita gettandosi nel vuoto nel patio di una casa signorile nel pieno centro di Trento. Il doppio omicidio-suicidio è avvenuto nelle prime ore del pomeriggio di ieri in Via Marchetti, una strada piuttosto tranquilla di Trento non distante dal castello del Buonconsiglio. Sarebbe la gelosia il movente del duplice omicidio. A riferirlo è stato il sostituto procuratore Pasquale Profiti, dopo una serie di accertamenti nella casa dov’è avvenuta la tragedia.Da quanto emerso, sarebbe stato lo stesso Claudio ad avvisare le forze dell’ordine, attraverso una chiamata effettuata al 113,nella quale ha confessato l’omicidio e di essere pronto a suicidarsi.

“Ho ucciso moglie e figlia e adesso mi ammazzo”, sono state queste le parole dichiarate dall’uomo al telefono. Alcuni testimoni descrivono i due come una coppia molto tranquilla,e nello specifico uno dei due avrebbe dichiarato:”Avevo visto lui due giorni fa a spasso col cane”.Un altro testimone, dichiara:“Nulla ci avrebbe mai fatto pensare qualcosa di simile” . 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.