Tumore,sperimentata una nuova chemioterapia che arriva prima al cervello

Una nuova scoperta è stata effettuata nel campo della ricerca oncologica, effettuata presso la Sunnybrook Health Sciences Centre di Toronto in Canada. In realtà si tratta di una nuova chemioterapia che consentirà ai farmaci di arrivare direttamente al cervello superando la barriera emato-encefalica in maniera non invasiva.Fino ad oggi, questa nuova metodologia è stata sperimentata sugli animai e su una donna, Bonny Hall di 56 anni utilizzata come tester; nello specifico sarebbero stati somministrati questi farmaci alla donna, per tenere a bada il tumore al cervello di cui purtroppo era affetta.

Al momento le analisi indicano una buona risposta alla terapia da parte della paziente; i medici comunque presto dovranno esaminare una piccola parte del tumore della Hall, prelevata chirurgicamente il giorno dopo la terapia, per confermare che la nuova terapia abbia effettivamente raggiunto i risultati sperati. «Lo scanner cerebrale suggerisce che il trattamento abbia funzionato, e presto il team esaminerà una piccola parte del tumore, rimosso chirurgicamente il giorno dopo la terapia, per capire quanto il farmaco è penetrato» spiegano i medici alla BBC dopo il trattamento di un cancro al cervello .

I primi test sono stati effettuati iniettando nel sangue delle minuscole bolle riempite di gas, “spinte” fino al cervello da un fascio di onde a ultrasuoni. “Tuttavia non è ancora chiaro se la terapia provoca o meno effetti collaterali e pertanto servirà una nuova fase di sperimentazione”.Da quanto emerso, tale tecnica potrebbe rivelarsi utile anche per combattere contro altre malattie che coinvolgono l’encefalo come demenza, epilessia e morbo di Parkinson.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.