Twitter attivo nella lotta al terrorismo, vietati i programmi che clonano i profili

In un momento piuttosto delicato a livello internazionale, anche i social hanno rivisto le proprie regole di condotta, tra questi Twitter che ha promesso di sospendere qualsiasi account che istiga l’odio o la violenza. “Noi crediamo che la protezione da abusi e molestie è una parte vitale di dare potere alle persone di esprimersi liberamente su Twitter.Oggi, come parte dei nostri continui sforzi per combattere gli abusi, stiamo aggiornando le regole di Twitter per chiarire ciò che noi consideriamo essere comportamenti abusivi e comportamento violenti” scrive la società.

In realtà è già da parecchio tempo che Twitter vieta agli utenti di promuovere la violenza contro una persona o attaccarla direttamente o minacciare altre persone in base a razza, etnia, origine nazionale, orientamento sessuale, sesso,identità sessuale, età, disabilità o malattia.

La decisione di rafforzare le norme è stata presa in seguito alle accuse pervenute di non fare abbastanza per impedire l’uso del social network per la propaganda ed il reclutamento da parte dell’Isis, soprattutto dopo le stragi e San Bernardino.

“Non tollereremo comportamenti intesi a molestare o intimidire, o l’uso della paura per mettere a tacere la voce di un altro utente. Come sempre, accogliamo e incoraggiamo le opinioni e i credi diversi, ma continueremo ad agire sugli account che oltrepassano la linea dell’abuso”, ha dichiarato Megan Cristina, responsabile della Sicurezza, che proprio in questi giorni ha delineato così nuove regole. Gli utenti di Twitter dunque non dovranno e sopratutto non potranno più rivolgere minacce di violenza o incitare alla violenza, compresa l’intimidazione o l’incitamento al terrorismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.