Ufficiale ONU replica al commento di un monaco

L'alto funzionario per i diritti umani delle Nazioni Unite ha invitato i leader di Myanmar a "condannare inequivocabilmente" un monaco buddista ultra-nazionalista.

0

L’alto funzionario per i diritti umani delle Nazioni Unite ha invitato i leader di Myanmar a “condannare inequivocabilmente” un monaco buddista ultra-nazionalista che ha etichettato un relatore delle Nazioni Unite in visita come “puttana” durante una protesta.

Ashin Wirathu, il leader del movimento anti-musulmano di estrema destra 969, ha fatto queste osservazioni su Yanghee Lee, relatore speciale delle Nazioni Unite sul Myanmar, in una manifestazione pubblica. “Non credere di essere una persona per bene per via della tua posizione“, ha detto nel discorso, di cui un filmato ha avuto una ampia diffusione sui social media. “Per noi, sei solo una puttana“.

E Il commento hanno causato una risposta tagliente dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Zeid Ra’ad Al Hussein, che ha descritto le osservazioni di Wirathu come “sessiste“, “insolenti” e “assolutamente inaccettabile“, invitando “i leader religiosi e politici in Myanmar a condannare in modo inequivocabile ogni forma di incitamento all’odio, tra cui questo aberrante attacco personale pubblico“.

Rispondi o Commenta