Usa,da oggi anche i gay potranno donare il sangue dopo un’astinenza sessuale di almeno 12 mesi

Dopo tantissimi anni, ovvero dal lontano 1983 la Food and Drug Administration americana ha annullato una restrizione imposta negli anni di Reagan, la quale sostanzialmente vietava agli omosessuali di donare il sangue. La restrizione tanto odiata, come anticipato venne istituita nel lontano 1983 quando l’epidemia dell’Aids era appena agli inizi ed ancora non era possibile verificare la presenza nel sangue del virus Hiv, modo che tra l’altro venne scoperto proprio in quell’anno.

Passando il tempo e soprattutto con il progresso avvenuto nei trattamenti per la cura dell’Aids il divieto sembrava essere diventato soltanto un elemento di discriminazione nei confronti degli omosessuali uomini.

Da oggi dunque i gay potranno donare del sangue ma soltanto dopo 12 mesi di astinenza dal sesso.La clausola sarebbe necessaria, a dire della Fda per garantire la sicurezza delle scorte di sangue.

Il commissario ad interim dell’ente regolatorio americano Stephen Ostroff, ha così commentato la decisione della Food and Drug Administration: “La responsabilità della Fda è quella di mantenere un elevato livello di scorte di sangue in sicurezza. Abbiamo agito con grande cura per assicurare che questa revisione della normativa fosse supportata da solide basi scientifiche”. La decisione è stata criticata dalle maggiori organizzazioni per i diritti omosessuali il deputato democratico Jared Polis, capo del caucus per l’eguaglianza Lgbet al Congresso ha dichiarato:«E’ ridicolo e dannoso per la salute pubblica che un uomo omosessuale sposato, che vive una relazione monogama, non possa donare sangue mentre un uomo single, eterosessuale, che in un anno ha centinaia di partner diverse, possa farlo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.