Usain Bolt asfalta Gatlin, si scontra con un cameraman e si rialza con una capriola

Usain Bolt può magari perdere nel corso della stagione qualche gara in un meeting, ma quando l’appuntamento è di quelli importanti non sbaglia. La conferma è arrivata ai mondiali di atletica di Pechino dove Usain Bolt, ai danni del rivale Justin Gatlin, si è confermato essere l’uomo più veloce del mondo nei 100 come nei 200 metri.

Usain Bolt ha vinto, anzi ha stravinto sulla distanza dei 200 metri piani con il tempo di 19 secondi e 55 centesimi rispetto al 19,74 che ha fatto registrare il nemico in pista Justin Gatlin cogliendo così sulla distanza il quarto titolo mondiale a conferma del fatto che l’atleta, oltre che per prestazioni, spicca per longevità visto che non è facile essere sul tetto del mondo, nella velocità, per più anni di seguito.

Usain Bolt, preso dai festeggiamenti, si è poi scontrato con un cameraman a caccia di riprese con un monopattino elettrico. Un vero e proprio fuori programma con Usain Bolt che si è rialzato con una mezza capriola andando subito a sincerarsi che il cameraman non si fosse fatto male.

‘Sono felice di aver dimostrato al mondo che sono ancora il numero uno‘, ha dichiarato a caldo Usain Bolt ai microfoni del canale Tv RaiSport aggiungendo inoltre che ‘Sapete che i duecento sono la mia gara e ho fatto ciò che dovevo e corso bene, e questo è bello’. A Justin Gatlin non resta che accettare la sconfitta con la consapevolezza però di aver dato il massimo, con tempi di tutto rispetto, per contrastare lo strapotere del velocista giamaicano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.