Vacanze estate 2015 in auto, ACI prende posizione sugli autovelox

D’estate, prima e dopo il Ferragosto, milioni di automobili circolano in Italia sulla rete autostradale non senza qualche timore di essere ‘pizzicati’ dall’autovelox. Fermo restando che occorre rispettare sempre i limiti di velocità, e che è necessario guidare con prudenza, non sono però mancati in passato i casi di autovelox ‘non regolamentari’, ovverosia messi in una posizione dove invece non ci dovevano essere.

Per queste ragioni, e non solo, con una lettera aperta l’Ing. Angelo Sticchi Damiani, Presidente dell’Automobile Club d’Italia (ACI), ha proposto proprio in materia di autovelox la stipula di un patto tra le Forze dell’Ordine e gli automobilisti specie in questo periodo di vacanze caratterizzato prima dall’esodo, e poi dal controesodo al termine delle ferie.

Il Presidente dell’ACI, nel ribadire di essere un fermo e convinto sostenitore dell’utilità degli strumenti elettronici per la rilevazione della velocità, ha comunque ricordato come la loro utilità primaria non sia quella di fare cassa, ma di far rallentare gli automobilisti in quei punti del tragitto che sono ritenuti più pericolosi.

Ne consegue che il posizionamento degli autovelox deve essere corretto, ovverosia tali che di giorno come di notte, fa altresì presente l’Automobile Club d’Italia per voce del suo Presidente, siano ben visibili così come corretto deve essere il posizionamento dei cartelli di preavviso secondo quel patto non scritto ‘io Ti indico con chiarezza dove è necessario che Tu rallenti e Tu lo farai‘ proposto proprio dall’ACI nel ricordare di essere ‘da sempre interprete delle esigenze di 34 milioni di Automobilisti‘.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.