Vaccini: genitori poco informati, 4 su 10 dal web: conoscenza superficiale e incerta

Sui vaccini in Italia la maggioranza dei genitori è poco informata. E nello scegliere se fare o meno le vaccinazioni ai figli, spesso si punta alla Rete. Sono 4 su 10, infatti, coloro che si affidano al web spesso anche attraverso fonti che non sono proprio autorevoli. E questo porta sui vaccini ad una conoscenza ‘superficiale ed incerta‘ in accordo con quanto riportato dal Censis nel Rapporto 2015, il 49-esimo, sulla situazione sociale del nostro Paese.

Sui vaccini l’acquisizione di informazioni corrette ed esaurienti per i genitori è tale che sono loro stessi a ritenere non sempre soddisfacente il loro grado di conoscenza. Nel dettaglio, in accordo con le ricerche realizzate su campioni di genitori aventi figli tra 0 ed i 15 anni, il 30,4% ammette che sui vaccini vorrebbe saperne di più ritenendo di non essere ben informati.

Ed al Sud la percentuale sale fino al 40% a conferma di come, riporta altresì il Censis, ‘il livello di informazione sulle vaccinazioni sia solo apparentemente elevato‘.

Sul web peraltro ci sono tante notizie ed approfondimenti sui vaccini, ma trattasi di contenuti che non sono ‘certificati’ e che non possono essere sostitutivi dei consigli del pediatra al quale in Italia le famiglie si affidano nel 54,8% dei casi. Non a caso in otto casi su dieci è stato dichiarato che via Internet sui vaccini sono state trovate in prevalenza delle notizie e/o dei giudizi negativi. Di riflesso, rispetto a chi non è favorevole ai vaccini, solo il 35,7% dei genitori si dichiara apertamente favorevole contro il 32,3% che è sì favorevole, ma solo se le vaccinazioni, oltre ad essere obbligatorie, sono anche gratuite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.