Valeria Solesin italiana tra i dispersi negli attacchi a Parigi: Consolato telefona alla famiglia

C’è grande apprensione per la sorte di Valeria Solesin, la cittadina italiana che nella notte della strage di Parigi si trovava al Bataclan per il concerto degli Eagles of Death Metal. Della giovane, che era andata al concerto con il fidanzato e con la sorella di quest’ultimo che a sua volta aveva portato al Bataclan il suo fidanzato, si sono perse le tracce quando nel locale i terroristi hanno iniziato a sparare uccidendo decine di persone.

La foto di Valeria Solesin, per agevolare e per accelerare le ricerche, sul social network Twitter è stata ‘taggata’ con l’hashtag #Rechercheparis, ovverosia quello con cui si stanno cercando a Parigi tutte le persone che non si riescono a rintracciare dopo una serie di attacchi coordinati, da parte di gruppi terroristici, che hanno causato la morte di 129 persone.

In accordo con quanto è stato riportato dal Corriere.it, Valeria Solesin ‘potrebbe essere tra le vittime’. Questo è almeno quanto ha riferito alla famiglia della giovane il consolato italiano di Parigi con una telefonata nella notte di sabato. Detto questo però dalla Farnesina, in merito a quanto riferito dal consolato italiano di Parigi alla famiglia di Valeria Solesin, è stato precisato che ‘esiste ancora un margine di dubbio’, e che ‘siamo in cerca di conferme‘.

Dottoranda in Demografia all’università Sorbona di Paris 1, la 28enne italiana Valeria Solesin vive a Parigi oramai da sei anni così come Andrea Ravagnani, il suo fidanzato, è un connazionale trentino che da anni nella capitale della Francia ha un negozio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.