Vaticano, Cardinale Bertone è pentito e risarcisce il Bambin Gesù con 150mila euro

0

«Il cardinal Bertone non ha ricevuto direttamente del denaro, ma ha riconosciuto che abbiamo avuto un danno e quindi ci viene incontro con una donazione di 150mila euro», è questo quanto dichiarato nella giornata di ieri dal Presidente dell’Ospedale pediatrico Bambin Gesù, Mariella Enoc,al termine della visita presso la struttura sanitaria del Vaticano da parate del segretario di Stato, il Cardinale Pietro Parolin,in occasione del Natale.

Si tratta di tanti soldi, anche perchè da quanto emerso il cardinale non avrebbe preso direttamente il denaro e dunque questo suo atto è stato fatto molto volentieri e non perchè dovuto.”Dopo aver chiarito la mia totale estraneità alla vicenda ho deciso di aiutare un progetto di ricerca per manifestare il mio attaccamento e la mia dedizione al Bambino Gesù, così come ho fatto precedentemente con il Gaslini di Genova”, ha dichiarato l’ex segretario di Stato.

Ed ancora lo stesso Bertone ha voluto sottolineare il fatto che il suo contributo al Bambino Gesù è una donazione volontaria ” resa possibile grazie ai miei risparmi e ai vari contributi di beneficenza ricevuti negli anni per finalità caritative”.

Stando a quanto emerso, il Cardinale pagherà la somma con versamenti a rate e dunque non in unica soluzione. “La mia vita non è lussuosa come si continua stereotipamente dire capisco le insinuazioni che ci possono essere ma bisogna dire che io ho lavorato per tanti anni, e ho avuto un poco di stipendio e poi qualche offerta benevola che ho sempre riutilizzato per aiutare persone in stato di bisogno». Ed ancora il cardinale ha aggiunto “Chi mi ha vistato in questi giorni ha constatato com’è questo appartamento e come vivo”.

LA VICENDA Nella nuova Vatileaks molti riferimenti sono stati fatti a soldi della Fondazione Bambino Gesù che sarebbero stati utilizzati perfini diversi, tra cui pagare i lavori di ristrutturazione dell’abitazione di Bertone, come emerge nei libri “Viacrucis” di Gianluigi Nuzzi e “Avarizia” di Emiliano Fittipaldi.

CASA BERTONE Dai libri di Fittipaldi e Nuzzi emerge che c’è una spesa della fondazione non pubblicata sul rapporto Pricewaterhou- seCoopers riguarda il pagamento dei lavori della nuova casa di Bertone a palazzo San Carlo. La fondazione avrebbe «saldato le fatture dei lavori per un totale di circa 200mila euro, pagati all’azienda Castelli Real Estate dell’imprenditore Giananto- nio Bandera».

Rispondi o Commenta