Video Highlights Roma -Lazio 2-0: Sintesi, Gol e Pagelle del derby

ROMA SZCZESNY 6  Salvato dalla traversa sulla conclusione di Anderson, non compie nessuna parata significativa.  TOROSIDIS 6  Keita gli crea qualche grattacapo nel finale. MANOLAS 6.5  Per una domenica è lui ad essere la spalla di Ruediger e non il contrario. Bravo a chiudere su Anderson. RUEDIGER 7  Il gol salvato su Djordjevic, immolandosi sul palo, equivale ad una rete all’attivo. L’unica sbavatura è nel finale quando Klose lo grazia. DIGNE 6  Stranamente compassato quando deve attaccare, controlla abbastanza agevolmente Candreva. NAINGGOLAN 7.5  Pareggia il conto dei pali con Anderson e regge la mediana giallorossa (quasi) da solo. Nella ripresa inventa anche la verticalizzazione per Gervinho.  VAINQUEUR 6.5  Partita ordinata e di gran foga. Grinta da derby. S. Keita (28′ st) 6 Chiamato a gestire gli ultimi 20 minuti non tradisce. Va vicino anche al gol. SALAH 6  Senza spazi a disposizione, si trasforma nel Normal One. Toccato duro da Lulic è costretto ad uscire. Florenzi (13′ st) 6 Si limita a coprire le sterili avanzate laziali. FALQUE 6.5  La sua marcatura su Biglia è una delle chiavi del successo. GERVINHO 7.5  Come al solito va per conto suo, senza spartito. Ma quando è in una giornata come quella di ieri va lasciato fare: semplicemente una furia. Iturbe (36′ st) ng. DZEKO 6.5  Si procura e trasforma un rigore che non c’è. Poi si divora il possibile 2-0 anche se la palla che gli arriva da Gervinho non è un assist ma un tiro in porta. All. GARCIA 7  Presenta una squadra iper-offensiva (4 attaccanti) ma con Falque in marcatura su Biglia. La scelta lo premia. Si conferma il signore del derby: 3 vittorie (e due pareggi).

LAZIO MARCHETTI 5.5  Può poco sul rigore. Sul gol di Gervinho l’errore non è suo ma sembra in controtempo. BASTA 5  Fatica ma non affonda quando contrasta Dzeko, impedendo il tocco facile per il 2-0. Nella ripresa è costretto ad alzare bandiera bianca contro il ciclone-Gervinho. MAURICIO 5  Scomposto, si arrangia come può. Dunque male. GENTILETTI 4.5  Ok, il fallo è fuori area ma Dzeko con la palla gli prende in accelerazione due metri fatali. Meriterebbe al 27′ il secondo giallo ma Tagliavento lo grazia.  RADU 6  Attento su Salah, bravo quando si sgancia. Meno quando prova a fare lo sceriffo con Florenzi. B. Keita (22′ st) 6 Nel finale regala l’unico brivido della ripresa alla difesa giallorossa: assist a Klose che il tedesco spreca. PAROLO 5  Recupera in extremis, ma nonostante l’impegno non può avere il passo dei romanisti. BIGLIA 5  Falque lo manda fuori giri. LULIC 5  Stranamente falloso, non entra mai in partita. CANDREVA 5  Se è più prezioso in fase di copertura che in avanti, c’è qualcosa che non va. E non da ieri. Matri (36′ st) ng. DJORDJEVIC 5  Annichilito da Ruediger. Klose (17′ st) 5 Si divora il 2-1 a tre metri dalla porta. ANDERSON 5.5  Si accende in una sola occasione (al 25′) ma colpisce la traversa. All. PIOLI 5  Sconfessa il proprio credo offensivo, preparando la gara sulle ripartenze: Tagliavento gli rovina i piani. Lui però fa poco per risalire la corrente.

https://www.youtube.com/watch?v=pDvz0IMp10w

ARBITRO TAGLIAVENTO 4   Non assistito dall’assistente Manganelli fischia un rigore che non c’è: il contatto Gentiletti-Dzeko è fuori dall’area. Condizionato dall’errore grazia il difensore (secondo giallo) al 27′. Nella ripresa non vede nemmeno un fallaccio di Lulic meritevole di rosso.

Doveva essere il derby della paura e degli scontri fuori dallo stadio, ma la protesta dei tifosi di Roma e Lazio ha svuotato le curve procura altri fastidi fuori l’impianto. La stracittadina si è conclusa senza incidenti e sono stati emessi solo 5 Daspo (3 laziali e 2 romanisti) e fermati 20 tifosi stranieri (inglesi e norvegesi), segnalati già alle forze dell’ordine al loro arrivo. Tutto bene, compresa la corta pacifica dei tifosi giallorossi alla squadra fino all’Olimpico. Peccato la cornice non all’altezza di un derby: Dedichiamo la gara ai tifosi anche se hanno deciso di non venire. Non è stata la stessa cosa e non parlo solo dei tifosi della Roma ma anche di quelli della Lazio, dice Alessandro Florenzi a fine partita. Anche Edin Dzeko sognava una cornice diversa: Questo derby meritava uno stadio pieno sarebbe stato meglio celebrarlo insieme ai nostri tifosi. Resta la gioia per il secondo gol in quattro giorni dopo quello al Bayer Levekusen, anche se stavolta su rigore: Ho deciso ieri come calciarlo dopo aver visto dei video di Marchetti, rivela Dzeko, che ha puntato su un tiro forte e centrale prevedendo il tuffo del portiere laziale. bbiamo passato un mese difficile. Oggi sono importanti questi tre punti in una partita così importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.