Vittorio Sgarbi sta bene e lascia l’ospedale di Modena

Domani alle 13 torno libero‘. Ad annunciarlo via Facebook riferendosi alla giornata di oggi, lunedì 21 dicembre del 2015, è Vittorio Sgarbi che si prepara a lasciare l’ospedale di Modena in accordo con quanto è stato reso noto dallo scrittore e critico d’arte via Facebook.

Grazie ai medici e agli infermieri che mi hanno sopportato‘, ha aggiunto l’ex parlamentare che nei giorni scorsi, e precisamente nella notte tra mercoledì e giovedì, è stato ricoverato a Modena, presso il reparto di cardiologia, a causa di un’ischemia cardiaca poi risolta con l’angioplastica.

Sono quasi 20 mila attualmente i ‘mi piace’, sul profilo Facebook di Vittorio Sgarbi, al post che annuncia la sua uscita in queste ore dall’ospedale di Modena. Tanti i messaggi d’affetto verso il critico d’arte con ‘Ivan’ che per esempio auspica che ‘ il problema che hai avuto non influisca sulla possibilità di future sfuriate! E’ uno dei tuoi marchi di fabbrica che piace tanto’.

Sgarbi non riesce a stare zitto nemmeno in terapia intensiva. Meglio così per lui, peggio per noi. Speriamo soltanto si rimetta in fretta. Domani, tra tutte le altre cose da fare, ci deve mandare un pezzo‘, scriveva venerdì scorso, 18 dicembre del 2015 su IlGiornale.it, Luigi Mascheroni a conferma del fatto che, sempre e comunque, Vittorio Sgarbi è un uomo che non sta mai fermo. ‘Se dovessi farlo per più di un’ora‘, affermò in passato, ‘incomincerei a pensare alla morte, e la cosa mi ucciderebbe‘. Insomma, Vittorio Sgarbi è pronto per il gran ritorno, pronto ad arrabbiarsi come e più di prima.

“Ho avuto l’intuizione giusta a fermarmi”. “Andremo avanti, l’operazione è riuscita bene e adesso aspetto. Ci sarà un’altra parte di operazione e di cure, poi tornerò a rappresentarmi”. Inoltre, ricordando come tutto è iniziato, aggiunge: “Ho provato un dolore abbastanza forte e ho pensato che passasse. Dopo mezz’ora ho valutato l’anomalia e ho detto al mio autista di uscire a Modena dove c’è un policlinico, con dei medici specializzati sulle cure del cuore. Arrivato al pronto soccorso mi hanno rapidamente fatto quest’operazione per l’ischemia che avevo. Quindi ho avuto l’intuizione giusta di fermarmi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.